Mercatini delle Dolomiti Agordine

 

MOSTRA-MERCATO

dell’antiquariato, del collezionismo e dell’usato

 

A TUTTI I GENTILI VISITATORI DI QUESTO SITO

Con lo svolgimento dell’ultimo appuntamento di sabato 25 agosto in Piazza Giovanni Paolo I a Canale d’Agordo, si è concluso il programma 2018 dei

MERCATINI DELLE DOLOMITI AGORDINE

La meteorologia non sempre ha accompagnato favorevolmente le nostre giornate in montagna: l’avvio in effetti è stato difficile con l’annullamento del primo mercatino di Canale d’Agordo del 21 luglio poi recuperato il 13 agosto. Con qualche eccezione fisiologica tutti hanno comunque apprezzato le nostre proposte di promozione dell’oggetto da collezione, da arredamento, da riutilizzo. Si segnala la buona partecipazione di pubblico a tutti i mercatini con Agordo e Caprile in pool position nonché, in chiusura, quella dell’ultimo mercatino a Canale d’Agordo disturbato dalla meteo (annunciata avversa da previsioni catastrofiche) dimostratesi poi errate. In questo caso, purtroppo, oltre metà degli iscritti sono stati scoraggiati dai comunicati rinunciando all’accesso; questo non si è verificato per una decina di coraggiosi irriducibili che ha permesso lo svolgersi dell’appuntamento con soddisfazione di tutti fino alle 14:00: la fortuna aiuta gli audaci!

In ogni caso l’organizzazione dei Mercatini delle Dolomiti Agordineringrazia i commercianti e gli hobbisti del “Gruppo Amici dello Antiquariato”, i visitatori affezionati che non hanno mai mancato di venire a trovarci e quelli nuovi che sicuramente ritorneranno, gli sponsor che hanno partecipato alla realizzazione del calendario, le associazioni (Pro Loco, Uffici Informazioni), RadioPiù emittente agordina, enti coinvolti e privati cittadini che hanno dato disponibilità necessaria in varie occasioni.

Interessante a Taibon proprio la partecipazione della Pro Loco con la presenza di uno stand di ristoro adattato a somministrazione di bevande e panini assiduamente frequentato da paesani e visitatori. Ma a questo punto un saluto particolare va a Gianni Baldo che nella prossima stagione non sarà più presente in via continuativa: a lui va il merito di aver avviato i Mercatini delle Dolomiti Agordine ancora nel 2011 migliorati via via assieme al coordinatore locale, lo scrivente Giorgio Fontanive. Nell’organizzazione dei mercatini Gianni sarà sostituito da Adolfo Segato al quale si augura buon lavoro.

Altre varie novità sono in embrione per il 2019; tra queste è sicuramente - per differenti ragioni - la decisione di abbandonare alcune sperimentate piazze: è il caso di Caviola e di Taibon Agordino. Restano operative quelle di Agordo, Caprile e Canale d’Agordo per la sempre efficace disponibilità nell’organizzazione.

In attesa degli ultimi dettagli per il 2019 di cui gli addetti ai lavori saranno messi al corrente iniziando da questi giorni con la definizione del calendario della prossima estate,  attualmente il  “Gruppo Amici dell’Antiquariato” - sempre con l’attenta  organizzazione di Gianni Baldo - si ritrova  sulla pubblica piazza di Montebelluna (TV) per i mercatini del terzo sabato dei mesi da febbraio a giugno e da settembre a dicembre come inserito in queste pagine web.

Per il  “Gruppo Amici dell’Antiquariato”
G.Fontanive, coordinatore per l’Agordino

 

 

PROGRAMMA ESTATE  2019

 

AGORDO                               domenica 21 luglio

CANALE D’AGORDO             domenica 28 luglio

AGORDO                               sabato 3 agosto     

CAPRILE                               domenica 4 agosto

CANALE D’AGORDO             martedì 13 agosto 

CAPRILE                               giovedì 15 agosto  

AGORDO                               sabato 24 agosto   

I mercatini  sono promossi dal “Gruppo Amici dell’Antiquariato” di Cavaso del Tomba (Treviso), con l’organizzazione di Giovanni Baldo (349-3984628) e di Adolfo Segato (340-5431715); coordinamento in Agordino di Giorgio Fontanive (solo contatti e-mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.). L’Associazione intende promuovere il collezionismo, la cultura dell’oggetto antico e dell’usato con l’esclusione di articoli legati ai mercati rionali settimanali (generi alimentari, bevande, abbigliamento, casalinghi, utensilerie, ecc.); anche l’artigianato - inteso come opere del proprio ingegno - non fa parte del materiale esposto. I mercatini si svolgono dalle 8.00 alle 19.00 dei giorni indicati e coinvolgono una cinquantina di operatori ed hobbisti del nord-est.

§

(Clicca l'immagine per ingrandire)

AGORDO  AGORDO Canale d'Agordo

 

CAPRILE CAPRILE AGORDO

AGORDO AGORDO TAIBON TAIBON

TAIBON Canale d'Agordo Canale d'Agordo GIANNI BALDO E GIORGIO FONTANIVE

§

 

AGORDO - Panorama verso la Moiazza e il Framont
CANALE D'AGORDO - Panorama verso il Monte Civetta
CAPRILE (ALLEGHE) - Panoramica verso il Monte Civetta
CAVIOLA - Panoramica
TAIBON AGORDINO - Panorama sulla Valle di San Lucano

L’AGORDINO: ALCUNE NOTIZIE 

 

L’Agordino, comprensorio di circa 660 kmq situato in provincia di Belluno, si colloca nel  cuore dei “Monti Pallidi”, occupando un’area vigilata da alcuni dei più importanti massicci dolomitici: Pale di S.Martino (Agnèr, Pale di S.Lucano, Focobon), Marmolada,  Sella-Boè, Civetta-Moiazza, Pelmo, Tàmer-S. Sebastiano. La centralità della posizione geografica intersecata dal meridiano a 12° di longitudine est di Greenwich, è sottolineata proprio dalla presenza di questi gruppi che fanno da spartiacque alle vallate limitrofe di Primiero e Fassa (Trentino), Badia (Alto Adige), Ampezzo, Cadore e Zoldo (Belluno); sullo stesso meridiano si pone approssimativamente l’asse del torrente Cordévole che - con il Gàder (Val Badia) - rappresenta il confine orografico tra Dolomiti Orientali ed Occidentali.

Il territorio è suddiviso nelle seguenti municipalità: Agordo, Alleghe, Canale d’Agordo, Cencenighe Agordino, Colle S.Lucia, Falcade, Gosaldo, La Valle Agordina, Livinallongo del Col di Lana, Rivamonte Agordino, Rocca Pietore, San Tomaso Agordino,  Selva di Cadore, Taibon Agordino, Vallada Agordina, Voltago Agordino; i 16 comuni hanno costituito l’ente locale “Comunità Montana Agordina” - dal 2014  Unione Montana Agordina - che ha sede nel capoluogo di vallata (vedi foto). Dal punto di vista idrografico il comprensorio coincide in modo quasi perfetto con il bacino medio-alto del già citato Cordévole, principale affluente di destra del Piave, in cui versa le sue acque dopo 71 km di corso. La popolazione è di quasi 20.000 abitanti dediti all’industria, al piccolo artigianato, al commercio, all’agricoltura e al turismo (note dal libro “Agordo e la Conca Agordina” di Giorgio Fontanive; Edizioni Lagiralpina, 2015).